Lettori fissi

venerdì 13 ottobre 2017

Labo Luxury Collection ♥

Lo so, sono sempre in ritardo patologico…

Sapevate che i napoletani (beh, i meridionali in generale, temo…) non danno appuntamento alle 5 ma VERSO le 5?

Ecco, sebbene io abiti da ormai 15 anni in Lombardia, evidentemente l’indole terùn ancora non mi ha abbandonata, perchè questo post avrebbe dovuto esser pubblicato almeno un mese fa, domando scusa…

In ogni caso, veniamo a noi o faremo ancora più tardi. Oggi voglio presentarvi due prodotti per il make-up di uno dei miei brand preferiti, di quelli che non fanno promesse a vanvera ma -almeno nella mia esperienza- mantengono la parola data.
Vi parlo ancora di Labo Suisse (potete leggere tutte le mie precedenti esperienze QUI) e di quanto sia raro trovare prodotti makeup che non solo contribuiscano a renderci più carine all’esterno, ma anche dall’interno.
Come fa? Lasciate che vi presenti la Luxury Collection by Labo Suisse. 


Ricordate quando vi ho parlato del complesso Fillerina, vero?
Come sarebbe a dire che non vi ricordate?! 😨
Ok, leggete qui e rinfrescatevi la memoria…
La linea Luxury Collection Labo contiene appunto il famoso  complesso brevettato dei 6 Acidi Ialuronici di Fillerina.
Sappiamo tutte quanto sia utile alla bellezza e alla giovinezza della pelle l’acido ialuronico, che ha la capacità di legare grandi quantità di molecole di acqua nella pelle. Quando l’acqua (=leggete idratazione) penetra nella pelle, riempie dall’interno verso l’esterno i rilassamenti cutanei e gli  eventuali piccoli solchi.
Quindi se anzichè pensare al “semplice” acido ialuronico, facessimo un passo avanti? Anzi facciamone 6...
Esatto, perchè gli acidi ialuronici del complesso Fillerina hanno 6 diversi pesi molecolari e quindi possono penetrare gli  strati cutanei dai quelli più superficiali ai più profondi.
Il risultato? Le rughette sono riempite, i contorni rassodati e il tono è migliorato.


Possiamo unire questa piccola magia (beh, no, in verità questa si chiama scienza) a un makeup che dona un aspetto più luminoso e sano?
Cominciamo dal mio punto critico: il contorno occhi.
Per assumere un aspetto quanto meno decente per me è indispensabile utilizzare un correttore per le occhiaie, mio annoso cruccio, molto difficile da trattare (sono maledettamente resistenti a qualunque trattamento)
Ricorderete forse che vi ho parlato la scorsa estate della crema contorno occhi Anti-Occhiaie Labo Transdermic. Quella, oltre a trattare all’origine il mio problema di fondo (cioè le occhiaie) è stata anche la mia base trucco (come dicevo, è durata molto a lungo, così come il correttore che sto per presentarvi)
Il Correttore Fluido Illuminante contiene appunto il complesso brevettato dei 6 Acidi Ialuronici di Fillerina.
Ha una texture abbastanza fluida (ma non liquida in senso stretto), il che la rende scorrevole sulla pelle delicatissima del contorno occhi, oltre che  confortevole e leggero nell’ applicazione.
In una zona in cui la pelle è così sottile, è importante che il correttore sia sufficientemente fluido e scorrevole sia per non affaticare la pelle e appesantire lo sguardo, sia perchè -a meno che non abbiate vent’anni, beate voi- una texture troppo corposa tende a fermarsi sulle piccole pieghette della pelle, sottolineando eventuali rughette e borse.
Sottolineo tuttavia che a questo pregio di leggerezza si contrappone una coprenza media, non alta.
Questo correttore mentre corregge le imperfezioni, dona un aspetto luminoso grazie a finish vivo, impalpabile e un bright touch effect (il parolone ad effetto non è mio, perdonatemi, l’ho “rubato” al sito Labo 😁)
il pennellino applicatore
Trovo praticissimo il packaging, che ha un applicatore a scatto (come la classica penna a sfera con il pulsantino in cima) che ad ogni clic  fa fuoriuscire una goccia di correttore direttamente dal pennellino con il quale distribuiremo il prodotto.
A cosa dobbiamo l’effetto illuminante?
Alla sua texture fluida che contiene particelle micro riflettenti, che creano punti luce ed esaltano il colorito, conferendo al viso radiosità e luminosità. Le tonalità disponibili sono 6, di cui 3 nuances naturali e tre correttori tecnici: un ARANCIO per neutralizzare le macchie bluastre (come le occhiaie), un VERDE per il rossore (se per esempio soffrite di couperose) e un VIOLA per contrastare le macchie giallastre e il colorito spento.
Indovinate quale ho scelto io? 🐼🐼🐼
Naturalmente è un prodotto ipoallergenico e testato per Nickel, Cromo e Cobalto.
La sfumatura arancio, combattendo il tono viola, aiuta a uniformare il colorito in modo delicato, ma la coprenza media nel mio caso non basta da sola.
Allora come completiamo il lavoro?
Beh, abbiamo bisogno di un aiutino...
Quindi applichiamo un fondotinta cremoso al punto giusto, quindi leggero e confortevole da  applicare: il Fondotinta illuminante Luxury Collection
In una sola passata la pelle cambia completamente aspetto, perchè l’incarnato diventa più luminoso, grazie alla presenza del Boosting Radiance, ovvero un principio attivo che regala un effetto radioso e naturale.
Quindi otteniamo un effetto levigante accompagnato da un finish leggero e setoso.
Nonostante l’effetto visivo sia molto naturale, perchè assolutamente non appesantisce l’aspetto, il fondotinta illuminante Labo ha una coprenza media, capace quindi di mascherare le piccole imperfezioni, come leggere discromie, punti neri o macchie.
Effetto naturale...la foto non rende benissimo, pardon 😕
E poichè, se prescindiamo dall’effetto panda, il resto del mio viso “tiene botta” , la sua coprenza mi è più che sufficiente.
Naturalmente Labo tiene anche alla salute della pelle, perchè ha un fattore di protezione solare SPF15, è ipoallergenico e testato per Nickel- Cromo- Cobalto.
La gamma di colori prevede 6 diverse tonalità, io ho scelto la n° 13 ovvero Warm Natural prediligendo sul mio viso un effetto nude assolutamente naturale, il più possibile simile al mio incarnato, che quindi viene illuminato ed uniformato ma assolutamente non appesantito.
Si applica naturalmente su pelle ben detersa (quante volte ve l’avrò ripetuto? Centinaia? O forse più? 😁).
Io sono solita precederne l’uso applicando un velo di crema base (o se preferite un primer), quando sarà ben assorbita, si applica il fondotinta, se posso permettermi il consiglio, non usate le dita per stenderlo sul viso, ma fatelo con l’ausilio di un’apposita spugnetta da make-up o -se siete pratiche- del pennello trucco più adatto.
In conclusione
Inutile girarci attorno, sapete tutti che Labo International è un’azienda di fama internazionale consolidata, che propone una vastissima gamma di prodotti di un’efficacia pressocchè imparagonabile alla maggior parte dei prodotti in commercio, brevettando prodotti cosmetici di altissima qualità, innovativi e funzionali.

Vi lascio come di consueto i contatti italiani dell’azienda, invitandovi a conoscere meglio tutta la gamma Labo.


7 commenti:

  1. so che è un'ottima marca ma non ho ancora provato niente, il correttore illuminante mi attira, mi piacerebbe provare quello verde!

    RispondiElimina
  2. Mi piace molto il fatto che questo make up goda dell'efficacia dell'acido ialuronico dal potere idratante e rimpolpante.

    RispondiElimina
  3. Non ho ancora provato nulla di questo brand, mi incuriosiscono davvero tanto questi prodotti....

    RispondiElimina
  4. Dovrei iniziare ad utilizzare anche io un prodotto per il contorno occhi, questo che hai presentato tu stamattina della Labo ha delle ottime caratteristiche

    RispondiElimina
  5. Non ho mai provato i prodotti di questo brand, mi incuriosisce molto il correttore illuminante voglio proprio prenderlo

    RispondiElimina
  6. Labo lo conosco bene, ogni anno proprio in questo periodo uso Crescina per combattere la caduta fisiologica dei capelli. Ma non sapevo che facesse anche una linea makeup, sono compiaciuta ��

    RispondiElimina
  7. Anche io ho un pochino di occhiaie e credo sia l'arancio il mio colore, non sono marcate ma in certi periodi divento inguardabile...

    RispondiElimina

Lasciatemi un commento, se vi va: sarà sempre gradito...
Cercherò sempre di rispondere alle vostre domande ^_^

Subscribe

.