Ritenzione idrica: come drenare i liquidi in eccesso

sabato, settembre 28, 2019

E’ finalmente finita l’estate
Molti si chiederanno perché io dica finalmente, assodato che non abito esattamente in un posto troppo caldo. 
Beh, finalmente perchè non avremo più l’ansia di prove costume, shorts maledettamente sinceri e abiti corti e/o attillati.
Evviva, si torna ai jeans, ai maglioncini e alle camicie lunghe, la tortura sta terminando (beh, qui al nord è terminata, per voi altri in Sicilia, ancora no)
e finalmente non dovremo più pensare al nemico n.1: la cellulite!


Ecco, è esattamente questo che pensa la stragrande maggioranza delle fanciulle: “ma sì, ci penserò l’anno prossimo”
E no, signore, bisogna pensarci tutto l’anno, per non impazzire a primavera in cerca di risultati che non arriveranno quasi mai in tempo utile per la dannata prova costume.
Il problema non è tanto (o solo) l’eccesso ponderale (=la bilancia), ma spesso qualcosa che non riusciamo a fronteggiare solo con una dieta ipocalorica, ma occorre un piano più ampio e più mirato.
Ovvero?

Come combattere la ritenzione idrica.

Sfatiamo subito un mito: sovrappeso e ritenzione idrica sono due cose assolutamente diverse, ovvero si può anche essere magre con ritenzione idrica.
Come suggerisce lo stesso nome, la ritenzione idrica è un eccesso di liquidi, non di grasso.
Questo non toglie che l’accumulo di acqua (e sali minerali) non influisca positivamente sulla nostra silhouette, perchè quando i liquidi non sono drenati efficacemente, appariamo comunque gonfie e appesantite. Anche la bilancia potrebbe non aiutare la nostra autostima, ma ricordiamoci che quel peso in più non è massa grassa, ma massa liquida.
Perchè accumuliamo liquidi in eccesso?
Le ragioni possono essere davvero tante. Possono dipendere da un’alimentazione scorretta, da un cattivo funzionamento dei reni o del sistema linfatico, dall’assunzione di farmaci che contribuiscono a trattenere i liquidi (ormoni, cortisone ecc.), da uno stile di vita sedentario o comunque non sano ecc.
La domanda è: possiamo drenare i liquidi in eccesso?
Sì, possiamo, ma facile non è, premettiamolo subito. Ci sono più accorgimenti che possiamo adottare, che presi singolarmente possono non avere la agognata efficacia, ma se riusciamo ad adottarli più o meno tutti, avremo buone speranze.

8 regole contro la ritenzione idrica

1) Beviamo molto.
Sembra paradossale, ma la funzione dell’ “acqua che elimina l’acqua” come dice un noto spot pubblicitario, è vera: per eliminare l’eccesso di acqua nell’organismo, bisogna introdurre molti liquidi, perchè bere depura l’organismo, migliorando la funzione renale, ovvero di smaltimento di liquidi e scorie tramite la plìn-plìn



2)  Facciamo un po’ di moto
Prima che pensiate “non ho tempo, non ho la forza” ecc., vi sottolineo che non vi sto dicendo di praticare chissà quale impegnativo e faticoso sport, ma di evitare il più possibile la vita sedentaria: fate una passeggiata con il vostro cane, accompagnate i bambini a scuola a piedi (farà bene anche a loro), parcheggiate l’auto un po’ più lontano dalla vostra meta, fate le scale anziché prendere l’ascensore e così via, Basta un minimo di impegno e buon senso per migliorare.



3) Attenti ai farmaci che prendete.
E’ naturale che i farmaci che vi prescrive il vostro medico sono assolutamente indifferibili e inevitabili, ma leggete bene le istruzioni dei farmaci da banco e dei parafarmaci/integratori, perché talvolta possono comportare effetti sgradevoli, tra cui appunto la ritenzione dei liquidi.



4) Non abusate del sale
Il sodio è nemico della linea, non perché faccia ingrassare, ma perchè appunto favorisce il ristagno dei liquidi. Quindi attenti non solo al comune sale da cucina (e ricordate che esiste il sale iodato, da preferire a quello comune in ogni caso), ma anche ai cibi preconfezionati che ne contengono in eccesso: patatine, salatini, noccioline sono casi eclatanti, ma vale anche per tanti prodotti di uso comune come crackers,  salumi, pizzette et similia…



5) introducete nella vostra alimentazione più cibi ricchi di fibre
Via ai cereali integrali, ai legumi, alla verdura ed alla frutta, che saziano di più e aiutano a far funzionare meglio tutto il nostro apparato digerente e di conseguenza lo smaltimento delle scorie, tramite reni, colon e intestino.



6) Riducete o possibilmente eliminate dalla vostra dieta gli alcolici
‘Est modus in rebus’ -diceva il buon Orazio, quindi parola d’ordine MODERAZIONE. E per moderazione si intende anzitutto nella quantità, ma anche nella qualità: un calice di buon vino al pasto sarà ben diverso da un inutile superalcolico, che non ha alcuna funzione utile all’organismo, al di là del palato e dell’ebbrezza. Si parla infatti per gli alcolici di “calorie vuote”, ovvero fanno ingrassare senza fornire alcun principio nutritivo. L’alcol non è una vera bevanda, quindi non idrata, ma al contrario favorisce una disidratazione dell’organismo, che reagirà per autodifesa, trattenendo i liquidi che “aveva messo da parte”.

7) Senza inutili preamboli: no, no e poi NO al fumo!





8) Assumete cibi e integratori adatti allo scopo
Può essere utile introdurre nella dieta tanto alimenti quanto integratori naturali che favoriscano la diuresi e la peristalsi (ovvero che facciano andare di corpo).
Per esempio, i mirtilli aiutano la circolazione e la diuresi, così come anche l’ananas, i carciofi, i pomodori e così via.
Inoltre via libera a tisane/infusi o integratori che aiutino a smaltire i liquidi.



Un esempio? Zuccari ForDren Complete è un concentrato di principi attivi purificanti per l’organismo.
Contiene Dattero,  Equiseto, Magnesio (utile per reidratare, infatti è presente nei più noti integratori per il periodo estivo),  Acacia , Cardo mariano (che aiuta la funzionalità del fegato), Vite rossa, Artemisia, Rabarbaro, Ananas, Mirtillo.
Tutti questi fitoestratti sono senza glutine, allergeni né OGM.
E’ contenuto in un flacone da 300 ml, si tratta di un liquido di colore scuro da diluire in acqua (un misurino da 10 ml per mezzo litro d’acqua). Il sapore è molto particolare, ma se non lo gradite, potete allungare un po’ d’acqua in più, l’importante è che beviate tutta la dose indicata nell’arco della giornata (ricordate comunque che l’acqua più fredda attutisce i sapori forti, “anestetizzando” le papille gustative).



L’effetto sull’organismo è rapidissimo, la diuresi aumenta in maniera esponenziale e favorisce una corretta peristalsi. Non è assolutamente un lassativo, quindi non temete attacchi di dissenteria, semplicemente aiuterà a mantenere regolare l’intestino.
Non contiene acqua (è molto concentrato), non contiene coloranti nè conservanti, è certificato Vegan e senza edulcoranti. 
Questo significa che è un prodotto sano e naturale, che fa bene al nostro organismo, perché depura e favorisce un generale smaltimento delle scorie, oltre ad aiutare la nostra estetica, sgonfiando le zone del nostro corpo (cosce, glutei, ventre) più soggette alla ritenzione di liquidi in eccesso.
Potete trovarlo in farmacia, ma anche in erboristeria e nei negozi di alimentazione naturale.



Sito web www.zuccari.com

stampa la pagina

You Might Also Like

14 commenti

  1. Grazie mille per i consigli e le pillole di bellezza. Purtroppo soffro di questa problematica e so quanto possano esserne brutti gli effetti. Seguirò i tuoi consigli, sperando di migliorare nel tempo

    RispondiElimina
  2. Ottimi consigli, anch'io ho questo problema e si fa fatica a combatterlo. Alcune cose le sapevo già, altre no. Ora proverò a combatterla in modo più efficace.

    RispondiElimina
  3. Gran bel post il tuo, ricco di preziosi consigli,ultimamente la ritenzione idrica è uno dei miei principali problemi, certo non ne faccio un dramma, però vorrei liberarmene senza fare troppi sacrifici e rinunce, terrò in mente i tuoi suggerimenti 😉 Grazie carissima!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. beh, un pochino di impegno è indispensabile, sperando che non implichi troppo "sacrificio" in senso stretto 😉

      Elimina
  4. Solitamente cerco di mettere in pratica queste sane norme per non arrivare all'estate col terrore di espormi in costume. E pensare che alcune si illudono di risolvere il problema con una crema!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ho cercato di dare indicazioni per uno stile di vita corretto, ma una BUONA crema, può aiutare, se usata con costanza e aiutandosi con un massaggio, che ha comunque un effetto drenante. Diciamo che è la coazione del tutto che cambia :-)

      Elimina
  5. trovo molto preziosi i tuoi consigli, grazie per tutte queste informazioni dettagliate

    RispondiElimina
  6. Un post molto interessante , ricco di preziosi consigli che uniti ad uno stile di vita corretto danno certamente un buon risultato . Grazie per le info sui prodotti che ha indicato sul post .

    RispondiElimina
  7. soffro anche io di ritenzione idrica e cerco di combatterla attivamente con sport e alimentazione corretta..certo questo preparato Zuccari sarebbe un aiuto in più!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Infatti la prima cosa è tenere uno stile di vita corretto 🙂

      Elimina
  8. Ottimi consigli cara ma io ho un grosso problema: non riesco a bere molto per cui la ritenzione idrica è spesso dietro l'angolo. Forse solo con un integratore come questo posso iniziare a pensare seriamente di combattere il problema.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eh ma bere adeguatamente è indispensabile, ne va non solo della nostra estetica ma soprattutto della nostra salute

      Elimina
  9. Grazie per i suggerimenti, io cerco di bere 2 litri di acqua al giorno!

    RispondiElimina
  10. Saggi ed ottimi consigli, la cellulite va combattuta tutto l'anno adottando uno stile di vita sano e non ogni maggio con pseudo rimedi miracolosi

    RispondiElimina

Inviando il commento, accetti la POLITICA PER LA PRIVACY

Per ricevere le notifiche di risposta al vostro commento, basta cliccare sulla spunta "Inviami notifiche"
Conformemente alla normativa attuale per la privacy (GDPR), ricordo che da parte dei visitatori è possibile tanto commentare scegliendo di usare un account sulla piattaforma google disponibile nel form, quanto scegliere di non lasciare alcun dato evidente utilizzando l'opzione ANONIMO o l'opzione URL/NOME nella quale si può anche indicare solo un nome (reale o di fantasia) senza indicare alcun URL
In nessun caso i dati dei visitatori saranno divulgati nè ceduti o venduti a terzi.

Follow me on Twitter

Like us on Facebook