Olio di canapa: a che serve, come si usa

giovedì, febbraio 13, 2020

Proprio qualche giorno fa, vi parlavo di mode alimentari, sottolineando l’importanza di conoscere realmente pregi e difetti di una sostanza, per poterla usare bene.
L’utilizzo consapevole di qualunque prodotto è essenziale al fine di beneficiare delle sue proprietà, senza mai cadere nel rischio che l’uso diventi abuso.
Attenzione il termine abuso non va inteso solo come eventuale eccesso di quantità, ma anche e soprattutto come errato utilizzo, che se ne sia consapevoli o meno.
Ed è proprio di consapevolezza che io oggi vi parlo, perchè non solo bisogna conoscere pro e contro di ciò che assumiamo, ma anche conoscere la realtà dei fatti, al di là di quello che appare il sapere comune o i pregiudizi.
Vi avevo fatto l’esempio del tè verde,  acclamato spesso come dimagrante in assoluto, mentre la sua efficacia (o meno) dipende dall’uso corretto e dall’insieme delle abitudini alimentari e dallo stile di vita. 
Ed avevo fatto l’esempio dell’olio di canapa, che vede schierati da una parte coloro che inorridiscono all’idea di assumere cannabinoidi, dall’altra coloro che vi intravedono la cura per tutti i mali.
La soluzione come di consueto è nell’equilibrio.
Anzitutto evitiamo i pregiudizi.
La sostanza attiva dell’olio di canapa che comunemente si trova in commercio è il CDB, che è sì un cannabinoide, ma non è una sostanza psicotropa o psicoattiva.
Assumendo l’olio di CBD, sotto le sue diverse forme, non si avranno allucinazioni, non si sentirà l’ebbrezza tipica di chi “fuma una canna” nè si rischia alcuna dipendenza da sostanze stupefacenti.


Quali sono le proprietà benefiche dell’olio di canapa?

L’olio di canapa è ricco di minerali, vitamine, aminoacidi, ma soprattutto è una fonte vegetale di Omega-3 e Omega-3, anzi ha la perfetta proporzione tra essi, riconosciuta dalla comunità medica come benefica per l’organismo ovvero 3:1.

Non solo: l’olio di canapa ha proprietà:
*immunomodulanti
*antinfiammatorie
*antiossidanti
*broncodilatatorie


In pratica, con un uso corretto dell’olio di canapa, possiamo rinforzare il sistema immunitario (per esempio si può usare per prevenire e coadiuvare i trattamenti contro i sintomi da raffreddamento ed influenzali)
Le sue capacità antinfiammatorie invece, aiutano a combattere sindromi dolorose di vario genere, quindi dal comune dolore mestruale all’artrosi, ai  diversi dolori muscolo-scheletrici e al dolore cronico.
Inoltre può aiutare a disinfiammare un intestino irritabile o irregolare ed aiutare in caso di problemi dermatologici come l’eczema, l’acne, la dermatite ecc.
Il contenuto di Omega-3 e Omega-6 aiuta nella regolarizzazione di trigliceridi e colesterolo, riducendo così i rischi di complicanze cardiovascolari ed ha effetti benefici sul sistema nervoso, favorendo la concentrazione e combattendo ansia e depressione.
L’effetto broncodilatatore dell’olio di canapa, invece, può essere utile in caso di problemi alle vie respiratorie, compreso l’asma.
Se usato correttamente e nelle giuste dosi, l’olio di canapa è adatto a TUTTI: adulti, ma anche bambini ed anziani.

Come si assume l’olio di canapa.

Per l’appunto, il metodo più comune è assumerlo sotto forma di olio
La dose comunemente consigliata a livello preventivo è di 1-2 cucchiaini al giorno. In caso si voglia utilizzarlo a scopo curativo, l’ideale è chiedere consiglio al medico per la dose giusta (di solito 1-3 cucchiai).


Il sapore dell’olio di canapa non è cattivo, ma di certo è caratteristico (ha un retrogusto simile alla nocciola) e va usato da solo o sui cibi a crudo e, dopo l’apertura, va conservato in frigo ed è consigliabile consumarlo entro un mese.
In alternativa, esistono diversi modi di assumerlo, anche a seconda delle esigenze, oltre che naturalmente delle preferenze personali.


L’olio di CBD: in pratica un concentrato di olio di canapa al 2%, 5% o 10% di CBD, ovvero il cannabinoide (assolutamente legale, vi ricordo) maggiormente presente nella pianta di canapa. 
Si assume in gocce: 3-5 gtt/dì per uso preventivo e 10-20 gocce/dì per uso curativo, ma fatevi anche stavolta aiutare dal medico per il giusto dosaggio.


La Tisana CBD invece è un ottimo metodo per assumere le sostanze benefiche della canapa, facendone un momento di relax all’ora del tè. In pratica è il comune tè miscelato con olio CBD, si prepara come un comune tè o tisana, quindi versando acqua bollente sulla miscela/bustina e aspettando 5 minuti di infusione, prima di gustarlo. In commercio ne esistono anche aromatizzati, per esempio varianti alla frutta, all’ibisco, al limone, alla menta ecc.


Infine le precauzioni di base...

Ricordando in ogni caso che quando lo si consuma in forma di olio (e/o nelle varianti di cui vi ho appena parlato), il CDB è assolutamente legale e privo di effetti psicoattivi e non ha particolari effetti negativi noti, tuttavia, valutatene l’eventuale effetto rilassante sulla vostra persona (varia da caso a caso), prima di mettervi alla guida o di usare macchinari che richiedano molta attenzione e prudenza: non capita così spesso, ma può portare sonnolenza, quindi occhio.
Inoltre valutatene eventuali interazioni con il vostro medico curante, nel caso assumeste farmaci. 

stampa la pagina

You Might Also Like

2 commenti

  1. Avevo letto solo delle proprietà antinfiammatori, non sapevo dei suoi svariati altri usi, grazie, davvero utile!

    RispondiElimina
  2. Inizialmente io fra quelli perplessi, mi dava l'ansia che provocasse dipendenza o che magari facesse sentire un po' gasati, invece no ha un buon effetto su un sacco di acciacchi senza creare problemi (almeno a me non ne ha creati)

    RispondiElimina

Inviando il commento, accetti la POLITICA PER LA PRIVACY

Per ricevere le notifiche di risposta al vostro commento, basta cliccare sulla spunta "Inviami notifiche"
Conformemente alla normativa attuale per la privacy (GDPR), ricordo che da parte dei visitatori è possibile tanto commentare scegliendo di usare un account sulla piattaforma google disponibile nel form, quanto scegliere di non lasciare alcun dato evidente utilizzando l'opzione ANONIMO oppure l'opzione URL/NOME nella quale si può indicare un nome (reale o di fantasia) anche senza indicare alcun URL
In nessun caso i dati dei visitatori saranno divulgati nè ceduti o venduti a terzi.

Follow me on Twitter

Like us on Facebook

google.com, pub-4122676032481593, DIRECT, f08c47fec0942fa0