La caduta dei capelli: una soluzione grazie al centro tricologico - Life Style '99

La caduta dei capelli: una soluzione grazie al centro tricologico

venerdì, maggio 07, 2021

La caduta dei capelli è un fenomeno che interessa sia uomini che donne per diverse ragioni, anche se è noto che colpisce soprattutto il sesso maschile. Alla base di un problema estetico, che può portare anche a un forte disagio psicologico compromettendo la vita di relazione, ci sono cause di tipo genetico, ma anche riferite alle abitudini, allo stile di vita, alla componente ereditaria e alla presenza o meno di patologie pregresse. 
Il ciclo di vita di un capello si aggira in media intorno ai 3 anni e mezzo e ogni giorno se ne perdono in media circa 100. Questo numero può considerarsi fisiologico, quindi non preoccupante. Al contrario, quando si nota una caduta più accentuata, con capelli presenti sul cuscino, che rimangono impigliati nelle spazzole o fra le dita, è il momento di rivolgersi a un centro tricologico dove esperti del settore possono suggerire le migliori soluzioni. 
 Ecco una panoramica sulle cause della perdita dei capelli e su cosa fare per avere di nuovo una chioma in salute.

La caduta dei capelli: una soluzione grazie al centro tricologico


Le cause della caduta dei capelli

Sono diverse le cause che portano alla caduta dei capelli. Alcune di queste sono transitorie, come può avvenire al cambio di stagione; altre invece sono di tipo patologico, cioè riconducibili a cause di tipo ereditario o che riguardano la composizione del capello oppure la carenza di alcuni minerali nella dieta. Tali cause vengono ricercate attraverso importanti esami obiettivi e anche strumentali molto specifici. Il luogo d'elezione dove si effettuano i centri tricologici, come ad esempio Revalhair
Negli uomini la caduta dei capelli è dovuta nella maggior parte dei casi alla cosiddetta alopecia androgenetica, che è di tipo ereditario e può provocare diradamento, stempiature fino a una calvizie che riguarda buona parte del cuoio capelluto, fatta eccezione per i lobi temporali e la zona nucale. L'alopecia può anche essere seborroica, temporanea, da stress o dovuta a strappi provocati intenzionalmente (tricotillomania). 
L'alopecia può essere reversibile se trattata consapevolmente e, per questo, è bene rivolgersi per tempo a un centro specializzato di tricologia, dove si potrà effettuare una visita, quindi un check-up dei capelli per individuare la causa della caduta e procedere con i trattamenti più idonei e personalizzati. Ogni caso, infatti, viene trattato in modo soggettivo, basandosi sull'anamnesi delle informazioni fornite e sul quadro generale ottenuto dagli esami strumentali. 
Anche se la caduta dei capelli riguarda soprattutto il genere maschile, anche le donne sperimentano problemi con la salute della chioma e quindi con un diradamento o una perdita tricologica importante, a cominciare dalla zona frontale. Le variazioni dei livelli ormonali femminili, come nel caso di gravidanze e menopausa, possono essere alla base della caduta dei capelli.

Il check-up del capello e la prevenzione

La prevenzione è fondamentale quando si tratta della caduta dei capelli e, appena si notano i primi segnali di sofferenza della capigliatura, è bene effettuare una visita preliminare presso il centro tricologico. Le prime avvisaglie che possono portare a un diradamento o alla perdita dei capelli cominciano con il prurito, o un cuoio capelluto particolarmente grasso, ma anche la presenza di forfora e di dolore. Capelli che cadono lontano dal periodo primaverile o autunnale in quantità inusuali sono un campanello d'allarme che richiede al più presto il parere di esperti del settore. 
Il check-up dei capelli comincia con un colloquio individuale, in modo da definire lo stile di vita e le abitudini, ma anche la storia alla ricerca di cause ereditarie, fino all'analisi del capello e del cuoio capelluto. In questa fase si analizza l'aspetto della capigliatura con una microcamera, la presenza di aree secche o, al contrario, ricche di sebo, di zone diradate o aree dove è già presente un principio di calvizie. Per definire eventuali carenze alimentari si può eseguire un mineralogramma, quindi un tricogramma al microscopio, per individuare se sono presenti problemi nel ciclo di vita del capello. Si tratta di esami non invasivi che non solo definiscono con certezza la causa della caduta dei capelli, ma anche il motivo alla base di chiome sfibrate, spente, assottigliate e con un volume in continua diminuzione. 
Il check-up del capello porta a una diagnosi personalizzata, in quanto nessun caso è uguale all'altro e non ci sono percorsi standardizzati da seguire. Chi vuole risolvere questo antiestetico problema avrà la proposta di una soluzione individuale e mirata. Prevenire e curare la perdita dei capelli significa anche potersi avvalere di cure non invasive, come interventi chirurgici o assunzione di farmaci. Gli ultimi ritrovati della scienza tricologica permettono non solo l'uso di strumentazione diagnostica non invasiva, ma anche soluzioni efficaci altrettanto rispettose dell'integrità e della salute dei pazienti. Le diverse soluzioni offerte da un centro tricologico all'avanguardia vanno anche incontro alle esigenze personali, lavorative e private di chi vuole prendersi cura dei propri capelli e conservare una chioma fluente e in salute. 
Il percorso che viene intrapreso è soggetto ad accurati controlli periodici preventivamente concordati e che comportano un'impeccabile attenzione per i progressi raggiunti. La buona notizia è che grazie a tecniche tricologiche di ultima generazione e all'esperienza di un centro tricologico, oggi è possibile non solo fermare la caduta dei capelli, ma anche restituire una capigliatura naturale ed esteticamente molto gradevole, che risponde alle realistiche esigenze del singolo.

La caduta dei capelli: una soluzione grazie al centro tricologico

I trattamenti per la caduta dei capelli

Ogni persona che si rivolge al centro tricologico viene trattata in modo accurato rispondendo in modo mirato al problema della caduta dei capelli. Sono diversi i trattamenti che si possono mettere in atto in base al problema tricologico da risolvere. Tra questi c'è il trapianto, meglio definito come autotrapianto, dei capelli, che consiste nell'impianto chirurgico mininvasivo di capelli per rinfoltire le zone diradate o interessate da un'alopecia irreversibile. L'autotrapianto di capelli prevede naturalmente la presenza di capelli in particolare nella zona della nuca, che solitamente rappresenta una riserva di capelli non soggetta alla calvizie. L'autotrapianto di capelli è un procedimento che consiste nel prelievo di tali bulbi piliferi singoli o di una sottile striscia del cuoio capelluto nella zona nucale, che garantisce un risultato duraturo di alto livello estetico. Il trattamento può essere eseguito indistintamente su uomini e donne che finalmente recuperano autostima e gratificazione. Non per tutti è indicato l'autotrapianto di capelli, che tuttavia garantisce da qualsiasi evento di rigetto, in quanto i bulbi sono senza dubbio bio compatibili. 
Essere veloci nell'intervento contro la caduta dei capelli può significare una soluzione come la trico pigmentazione, che consiste nel riempimento di zone senza capelli o diradate, appunto con pigmenti di colore scuro che creano l'illusione dell'infoltimento. Contrariamente a quanto si pensa la tecnica della trico pigmentazione è utile sia nei casi di capelli rasati che per quelli lunghi. In tal modo si può recuperare l'attaccatura frontale, la copertura di zone molto diradate, il recupero di cicatrici, ma anche le micro zone areate che si creano a seguito di un trapianto o autotrapianto di capelli, ove fosse necessario. La trico pigmentazione non necessita di anestesia e non si tratta di un tatuaggio, in quanto il pigmento che viene rilasciato al di sotto del derma del cuoio capelluto ha sempre la stessa quantità e l'ago è appositamente progettato per questa tecnica indolore. Quella che viene detta anche dermopigmentazione consiste in un'unica seduta, che mediamente ha una durata di 4 ore. Molto dipende dall'estensione dell'area da trattare sul cuoio capelluto. Tale tecnica tricologica è permanente e si può considerare un trattamento economicamente vantaggioso, che garantisce una soddisfazione pressoché istantanea. Le tecniche più avanzate della dermopigmentazione tricologica si adattano oggi anche alle donne con alopecia areata e a tutti quei soggetti che sono stati sottoposti a cicli chemio/radioterapici, per restituire loro sicurezza e fiducia. Non rimane che rivolgersi a un centro tricologico per riavere di nuovo la propria capigliatura, che da sempre rappresenta uno degli aspetti estetici più importanti per uomini e donne.

stampa la pagina

You Might Also Like

0 commenti

Inviando il commento, accetti la POLITICA PER LA PRIVACY

Per ricevere le notifiche di risposta al vostro commento, basta cliccare sulla spunta "Inviami notifiche"
Conformemente alla normativa attuale per la privacy (GDPR), ricordo che da parte dei visitatori è possibile tanto commentare scegliendo di usare un account sulla piattaforma google disponibile nel form, quanto scegliere di non lasciare alcun dato evidente utilizzando l'opzione ANONIMO oppure l'opzione URL/NOME nella quale si può indicare un nome (reale o di fantasia) anche senza indicare alcun URL
In nessun caso i dati dei visitatori saranno divulgati nè ceduti o venduti a terzi.

Follow me on Twitter

Like me on Facebook

google.com, pub-4122676032481593, DIRECT, f08c47fec0942fa0