mercoledì 28 febbraio 2018

Ponte 1-2 aprile nelle Marche, cosa c’è da fare.


Come vi avevo premesso proprio qualche settimana fa, il mio settore preferito nella mia attività di blogger, è quello dedicato ai Viaggi.
L’ultima volta vi ho raccontato delle nostre vacanze di famiglia in Romagna (se vi foste persi il post, potete trovarlo QUI), questa volta vorrei invitarvi in un’altra regione meravigliosa, che offre  mille spunti per il turismo, suggerendovi per il prossimo ponte dell’1-2 aprile di  puntare su qualcosa di diverso e incantevole come le Marche: scoprite con me le cose da fare per le feste di Pasqua.

Cosa fare a Pasqua nelle Marche

Le vacanze pasquali sono sempre un ottimo escamotage per staccare la spina giusto quel tanto che serve e ricaricarsi per ripartire al meglio prima delle ferie estive. La timida primavera alle porte può regalare dei giorni con un clima particolarmente gradevole, l’ideale per delle scampagnate fuori porta. Inoltre, la forte tradizione religiosa nostrana, si sposa al meglio con i suggestivi paesini delle Marche. È in quei piccoli borghi che si celebrano processioni e riti d’antica data, dove il sacro si unisce sempre un po’ al profano, creando un’unione particolarmente suggestiva.
Vi suggerirò allora alcune delle cose da fare o da vedere assolutamente in questo ponte del 1° e del 2 aprile, ossia i giorni di Pasqua e Pasquetta nelle Marche.
E se il pernottamento dovesse rappresentare un problema, vi consiglio di visitare il sito hotel Gabicce per trovare offerte e last minute per il periodo pasquale, così da assicurarvi una posizione invidiabile, poiché vicina al mare, nonché comoda, per la strategica posizione occupata dalla cittadina di Gabicce.

La Turba di Cantiano

Il primo appuntamento che va ricordato, per la suggestiva atmosfera capace di creare e per la fama che giustamente si è meritata, è la processione che si tiene nel paese di Cantiano, ossia la famosa Turba. Il borgo medievale del piccolo centro viene totalmente coinvolto dalla rievocazione degli ultimi momenti della vita di Gesù, con una processione che si tiene il Venerdì Santo. Il nome della processione risale addirittura al XII, quando una “turba” di  persone affollavano le strade del borgo chiedendo grazie alla Madonna e a Dio.
La Turba di Cantiano; immagine by .marcheinfesta 

La processione di Cagli

A Cagli, sempre nel giorno del Venerdì Santo, si svolge una processione molto affascinante. Uno stuolo di oltre 400 devoti, vestiti di sole tuniche e a piedi scalzi, sfila per le strade del paese avvolto dalla luce delle fiaccole. Tutto attorno regna il silenzio, interrotto dal solo suono dei tamburi. Mette i brividi per la sua suggestiva bellezza.
Processione di Cagli; immagine by marcheinfesta  

Il buon cibo delle Marche

Non può esserci una Pasqua o una Pasquetta senza del buon cibo da assaporare. Per fortuna le Marche, da questo punto di vista, hanno molto da offrire.
Alcune delle specialità da provare assolutamente sono la pizza di formaggio marchigiana (una specie di panettoncino salato tipicamente gustato nel giorno di Pasqua) o il baccalà con patate (tipico del periodo quaresimale).
Per chi ama coniugare il cibo a una sana passeggiata all’aria aperta, non può perdere l’appuntamento con Magnabevilonga.
È una passeggiata di circa 10 Km alla scoperta delle colline di Monteciccardo e dei prodotti locali. Le numerose soste della passeggiata sono tutte volte a gustare cibi, come formaggi, miele e salumi, e vini, tutti rigorosamente a Km zero. Per chi ama il verde e le scampagnate, poi, la sosta obbligata è quella alle grotte di Frasassi oppure alla scoperta delle bellezze dei borghi medievali come Urbino o Gradara.
                                           
grotte di Frasassi
Gradara
Urbino Palazzo Ducale

 Il cavallo di fuoco
Essendo in tema, non poteva non essere citata questa festa che non ha eguali in tutto lo stivale. Si parla del Cavallo di Fuoco, una tradizione che risale al XVII secolo e che viene celebrata nella prima domenica dopo Pasqua.
Si svolge a Ripatransone, in provincia di Ascoli Piceno, e si tratta di un suggestivo spettacolo pirotecnico. È il classico esempio di unione di sacro e profano, in cui la manifestazione civile è strettamente legata alla sua anima strettamente religiosa. Una di quelle esperienze che possono essere capite solo se vissute, assolutamente da non perdere.
Cavallo di fuoco a Ripatransone: immagine by marcheinfesta 
Cavallo di fuoco a Ripatransone: immagine by marcheinfesta 

9 commenti:

  1. Non ti commento molto spesso, ma ti seguo con piacere e confesso che anche io amo particolarmente i tuoi post turistici (amo viaggiare ed amo i post turistici in generale, ma i tuoi sono molto personali, ho adorato i tuoi sull'Alto Adige).
    Sai che manco da decenni nelle Marche? Ero ancora alle superiori, pensa...mi piacerebbe molto assistere agli eventi del Venerdì Santo

    RispondiElimina
  2. Io vado spesso in zona e confermo che le processioni pasquali e in particolare del Venerdì Santo sono spettacolari, bisogna vederle per capire quanto possano coinvolgere.

    RispondiElimina
  3. Amo le Marche e ci vado spesso con il mio compagno, ma le processioni pasquali di cui parli non le conoscevo, ottimo spunto per noi

    RispondiElimina
  4. Le Marche mi sono vicine (sia geograficamente che sentimentalmente), hanno tanto da offrire!❤

    RispondiElimina
  5. Adoro viaggiare , magari anche solo per un week end, mi rilasso ed ho la possibilità di conoscere nuove località e tradizioni . Davvero interessante il percorso che ci segnali nelle Marche , sono luoghi che desidero assolutamente visitare .

    RispondiElimina
  6. mi piace tanto approfittare dei ponti per rilassarmi un pò e vedere città nuove, non conoscevo questi eventi, grazie per le info

    RispondiElimina
  7. Malgrado sia vicino casa, è tantissimo tempo che non vado nelle Marche. Le grotte di Frasassi sono stupende e molto suggestive ma ricordo anche con molto piacere la cucina marchigiana, ho mangiato benissimo ovunque sia al mare che verso l'interno

    RispondiElimina
  8. Anche a me piace viaggiare; purtroppo per un motivo o per un altro non ci riesco spesso. Mi piacerebbe molto visitare questo posto fantastico.

    RispondiElimina
  9. che meraviglia, non sono mai stata nelle Marche..... una regione assolutamente da visitare. Noi per il ponte del 1 aprile non faremo nulla di particolare. A Pasqua andremo a pranzo fuori con i parenti.

    RispondiElimina

Considerata la normativa attuale per la privacy, ricordo che da parte dei visitatori è possibile tanto commentare scegliendo di usare un account sulle piattaforme disponibili nel form, quanto scegliere di non lasciare alcun dato evidente utilizzando l'opzione ANONIMO o l'opzione URL/NOME nella quale si può anche indicare solo un nome (reale o di fantasia)
In nessun caso i dati dei visitatori saranno divulgati o venduti a terzi

.